17
giugno 2022
Fondazione Luigi Danieli

Serata del 17 Giugno: un ricordo

Assieme con la musica

 

17 giugno, giorno di calda estate, serata di musica. Ci siamo incontrati numerosi al concerto in ricordo di Luigi Danieli e ci siamo emozionati.

La musica, lo sappiamo, ha questa dolce e potente influenza.

I tre giovani artisti ci hanno portato, con la loro passione, nella loro passione: interpretare è sentire, interpretare è trasmettere, interpretare è quasi ricomporre.

L’arte infuoca e conforta. Agita e calma. Ci dona qualcosa di invisibile, di inesprimibile, e di inspiegabile. Chi non è stato accompagnato, anche per brevi momenti della propria vita, dalla musica? Chiunque.

E la musica, come ogni manifestazione artistica, ha un potere universale ma nello stesso tempo peculiare: ad ognuno dà e prende, consegna e restituisce, parla e ispira, diversamente, precisamente e con toni irriproducibili.

E’ meraviglioso che molti giovani siano appassionati facendo dell’arte la propria vita, quasi come una missione.

Ricordo e presento brevemente i giovani musicisti:

 

Emma Arizza, al violino, si è diplomata con dieci e lode e Menzione d’onore al Conservatorio di Como e ha ottenuto il diploma di laurea con il massimo dei voti e lode presso il Royal College of Music di Londra. Dopo il suo debutto a 16 anni con l'Orchestra Filarmonica di Bacau nel Concerto per Violino e Orchestra di J. Sibelius, ha iniziato giovanissima la carriera concertistica in Italia e in Europa. Premiata in oltre venti concorsi nazionali ed internazionali, ha vinto per l'anno 2019 il prestigioso Musicians' Company Award di Londra. La stampa si è più volte occupata di lei sottolineando il talento, la passione e l’entusiasmo per la musica. Emma ha vinto una borsa di studio completa per il master presso il prestigioso Trinity Laban Conservatoire of Music and Dance di Londra. Si sta perfezionando con Mayumi Fujikawa, violinista di grande fama internazionale. Suona un prezioso Guadagnini e un violino di liuteria cremonese firmato Marcello Villa.

 

Luca Giovannini, al violoncello, si è diplomato nel 2017 con 10 Lode e Menzione D’Onore con il M° Luca Simoncini. Attualmente è studente presso la Kronberg Accademy di Francoforte sotto la guida del M° F. Helmerson. È stato membro della classe di excellence di violoncello del Maestro Gautier Capuçon presso la Fondazione Louis Vuitton di Parigi, e presso l’accademia R. Romanini di Brescia con il M° G. Sollima. Numerosi sono i premi che si è aggiudicato, molti i Primi premi assoluti: uno dei piu importanti è stato al prestigioso J. Brahms Competition Austria, (unico italiano ad averlo vinto). Si è esibito in importanti manifestazioni concertistiche. Luca suona un violoncello Ansaldo Poggi del 1927 gentilmente concesso dal M° Mario Brunello.

 

Nicola Losito, al pianoforte è considerato uno dei maggiori talenti della sua generazione. A soli 21 anni la rivista Amadeus gli ha dedicato la copertina della rivista con un CD inedito interamente dedicato a Robert Schumann. Nel 2017 ha ricevuto la Medaglia della Camera conferita dalla Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini come riconoscimento al talento. Tiene numerosi recital in Italia e all’estero, tra Austria, Belgio, Croazia, Francia, Germania, Norvegia, Polonia, Romania, Serbia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Turchia e Ungheria. Ha vinto numerosi primi premi in concorsi nazionali e internazionali. Si è diplomato con Leonid Margarius presso l’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola e sta perfezionando gli studi con Massimo Gon presso il Conservatorio “G. Tartini” di Trieste.

 

 

Sarà proprio Nicola Losito il direttore artistico del programma musicale della Fondazione Danieli.

Il programma dei concerti verrà reso noto sul sito della Fondazione Luigi Danieli.

Vi aspettiamo con la speranza di darvi l’opportunità di vivere e condividere altri piacevoli e intensi momenti di arte.